L’impresentabile Trump già scuote i mercati, crolla Wall Street

Le reazioni a vittoria non ancora ufficiale

A vittoria non ancora ufficiale, l’impresentabile Trump già manda gambe all’aria i mercati. Crolla Wall Street, che scommetteva su Hillary Clinton, e la cosa non può che averle nuociuto. I future sullo S&P 500 perdono il 5%. In forte calo anche il Nasdaq che cede il 5%.

L’indice Nikkei riapre dopo la pausa pomeridiana segnando un crollo del 4,86%, scendendo  sotto quota 17.000.000 con una perdita di oltre 800 punti. Sul mercato valutario lo yen si è rafforzato progressivamente sul dollaro a quota 101, dai 105 di inizio contrattazioni e 114 sull’euro dai 115 di questa mattina.

In picchiata anche il peso messicano, che perde l’11% in solo due ore. E’ una Brexit a stelle e strisce.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest