Istat, a maggio occupati al 59%: è record dal ’77, sorpresa per i “giornaloni”

Tasso di disoccupazione al 9,9%: valore più basso dal febbraio 2012. Insomma, bisogna rimandare l’imminente catastrofe economica

Sorpresa per i “giornaloni”: il tasso di occupazione a maggio sale al 59%, il valore più alto dal 1977, ossia da quando sono disponibili le serie storiche. Sono i dati Istat, secondo cui il numero degli occupati raggiunge quota 23 milioni e 387 mila unità, registrando un aumento di 67mila (+0,3%) rispetto ad aprile. Il tasso di disoccupazione, inoltre, cala al 9,9%, in discesa di 0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente. Si tratta del valore più basso dal febbraio 2012. Così, per la prima volta da oltre sette anni, il tasso di disoccupazione perde la doppia cifra. Migliora anche il tasso di disoccupazione giovanile (15-24enni) che scende al 30,5%, in calo di 0,7 punti rispetto ad aprile. Un quadro diverso dalla “narrazione” dei media mainstream. Nessuna imminente catastrofe economica, insomma, almeno per il momento.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest