Viola divieto di avvicinamento, arrestata la miss vittima di violenze

Rosaria Aprea ai domiciliari: lo scorso 24 dicembre, insieme ad una 33enne anch’ella destinataria del provvedimento cautelare, si è presentata a casa del padre dell’ex compagno, che sarebbe stato aggredito verbalmente e fisicamente

Il provvedimento è scattato a seguito di una querela presentata ai carabinieri da Pasquale Russo, ex della miss. Finisce agli arresti domiciliari Rosaria Aprea, la miss di Macerata Campania, nel Casertano, ridotta in fin di vita nel maggio di 4 anni fa dal fidanzato Antonio Caliendo. I carabinieri della stazione di Santa Maria Capua Vetere hanno eseguito un’ordinanza di aggravamento di misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale sammaritano, nei confronti della 26enne e di Jeanette Boutria, 33 anni. Secondo la ricostruzione, lo scorso 24 dicembre Aprea e Boutria, nonostante a maggio scorso fossero state colpite dalla misura cautelare del divieto di avvicinamento a Pasquale Russo, sono andate a casa del padre di quest’ultimo dove l’uomo, con la compagna e i figli, stava trascorrendo la vigilia di Natale. Aprea e Boutria avrebbero aggredito verbalmente e fisicamente Russo e la sua compagna.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest