Una pistola risulta rubata ad un poliziotto. Ai domiciliari il 40enne Luigi Della Corte

VILLA DI BRIANO –  I controlli sono scattati nell’ambito delle indagini che hanno portato al fermo del collaboratore di giustizia Attilio Pellegrino, legato alla fazione Zagaria dei Casalesi, accusato di aver ferito a colpi di pistola un conoscente a Villa di Briano. Ieri sera la Squadra Mobile di Caserta e la Sezione distaccata di Casal di Principe hanno arrestato in flagranza di reato Luigi Della Corte, insegnante 40enne residente a Villa di Briano in Via Nino Rota. In un’abitazione nella sua disponibilità in Via Roma 28 venivano sequestrate una pistola Beretta mod. FS cal. 9×19, arma in dotazione alle forze dell’ordine – risultata rubata in provincia di Frosinone ad un appartenente alla Polizia di Stato nel dicembre 2012- ed una pistola marca Beretta mod. 83 F cal. 9, completa di matricola sulla cui provenienza stato non risultava rubata e sulla quale sono in corso accertamenti. Inoltre venivano sequestrate anche 47 cartucce per pistola cal. 9×19 e 9 corto.

Le armi erano occultate in un bidone sotterrato nel giardino dello stabile. Della Corte fu prosciolto tempo fa da un’indagine per favoreggiamento ed è cugino di Francesco Della Corte detto o’ lione, 46enne pregiudicato, affiliato al clan dei Casalesi fazione Schiavone, oggi collaboratore di giustizia e detenuto. A Della Corte viene contestato il reato di detenzione di armi da sparo, comuni e da guerra, e del relativo munizionamento. Al termine delle formalità di rito è finito a domiciliari presso la propria abitazione come disposto dal Pm di turno presso la Procura di Napoli Nord.

Armi DELLA CORTE Luigi 2

Armi DELLA CORTE Luigi

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest