Torre Annunziata, rubava agli avvocati durante le udienze: arrestato skipper

Le indagini si sono basate anche sulle immagini di un sistema di videosorveglianza che era stato installato in tutte le aule in cui si svolgevano udienze civili nel Palazzo di Giustizia e anche nell’androne di accesso

Dopo una indagine coordinata dalla Procura oplontina, D.M.S., skipper di professione, è agli arresti con il beneficio dei domiciliari e deve rispondere di furto. Secondo l’accusa rubava all’interno del Tribunale di Torre Annunziata, soprattutto nel settore civile e ai danni di avvocati e consulenti tecnici. Le indagini si sono basate anche sulle immagini di un sistema di videosorveglianza che era stato installato in tutte le aule in cui si svolgevano udienze civili nel Palazzo di Giustizia e anche nell’androne di accesso. Così alcuni furti sono stati ripresi in diretta e i video hanno permesso anche di accertare il modus operandi dell’uomo che, ogni volta che il difensore o il consulente tecnico erano davanti al giudice per trattare un processo, avrebbe prelevato il portafogli dalla borsa della vittima posta su una scrivania all’interno dell’aula e lo infilava nella propria che aveva messo lì vicino. Inoltre, le riprese nell’androne hanno permesso di verificare l’orario di ingresso e di uscita dello skipper dal tribunale nei giorni in cui sono stati commessi i furti, che così risultava all’interno del Palazzo di Giustizia proprio nella fascia oraria in cui si registravano le denunce. D.M.S. non aveva alcun motivo per essere nelle aule di udienza non essendo né avvocato né parte del processo. Lo skipper è stato arrestato dalla polizia a Ponza ed è stato portato nella sua casa di Torre del Greco.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest