Terra dei fuochi: Il ministro Costa assicura “nessun fondo tagliato”

“Abbiamo reindirizzato i 30 milioni di euro per le bonifiche dell’area in questione”

Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, risponde alla critica lanciata dal governatore della Campania Vincenzo De Luca sulla vicenda Terra dei Fuochi. Nessun taglio da 30 milioni è previsto in manovra. Questo a detta proprio di Costa che spiega che questi “Erano dei fondi assegnati per i fitti dei terreni dove sorge l’inceneritore di Acerra e sono stati ‘switchati’ per le bonifiche. Quei 30 milioni di euro, – ha sottolineato Costa – erano fondi assegnati per i costi dei fitti dei terreni dell’inceneritore di Acerra, ma quel terreno non è in affitto perché proprietà dello Stato, come la Corte di Cassazione ha definito con una sentenza depositata e ufficiale. Pertanto quei soldi erano semplicemente bloccati”. Il ministro ha poi precisato il perchè, “abbiamo cambiato la norma e li abbiamo reintrodotti per le bonifiche, quindi rientreranno in Campania. Sono stati ‘switchati’ da un capitolo di spesa che non poteva più trovare soddisfazione economica, e sarebbero quindi rimasti nel cassetto per sempre, rimettendoli in circolo per le bonifiche”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest