Sindaco di Melito affigge manifesti razzisti contro i percettori del Reddito

Iniziative demagogiche che alimentano solo tensione sociale

Il sindaco di Melito, Luciano Mottola continua a colpevolizzare i percettori del reddito di cittadinanza. Nelle ultime ore ha approvato un’ordinanza e affisso manifesti per la Città minacciando di far sospendere il Reddito di Cittadinanza ai percettori che non rispettano l’orario di conferimento dei rifiuti. Decisioni, comportamenti classici di un classista, un razzista sociale. Decisioni demagogiche, strumentali,

La corretta raccolta differenziata dei rifiuti è un dovere, parte integrante di un sistema di regole che devono rispettare tutti i cittadini, disoccupati, occupati, cassintegrati. Il mancato rispetto delle regole prevedono sanzioni per tutti.

Non ci risulta che ci siano normative che prevedono la revoca del Reddito di Cittadinanza per un conferimento sbagliato della differenziata, né ci risulta che le regole possano essere cambiate da un sindaco.

L’ordinanza e il manifesto sono fuori dal mondo e da qualsiasi logica. Atti che alimentano solo tensione sociale. Il sindaco di Melito dovrebbe, invece, attivare iniziative di carattere istituzionale per aiutare i cittadini della sua Città travolti dalla crisi economica, vittime del Carovita e delle bollette della luce rincarate. Basta buffonate.

Ciro Crescentini

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest