Il 28enne rintracciato nel Casertano: è accusato di detenzione a fini di spaccio di stupefacenti

MONDRAGONE – Lo scorso 19 settembre fu notato su via Pallonetto a Santa Lucia mentre prelevava stupefacente da un nascondiglio nel muro. Alla vista dei militari si diede alla fuga, aiutato dal padre Antonio che rallentò l’intervento dei carabinieri venendo arrestato in flagranza. E’ stato arrestato dai carabinieri della compagnia Napoli Centro e della compagnia di MondragoneMichele Elia, 28 anni, figlio di Antonio Elia, ritenuto capo dell’omonimo clan camorristico. Michele Elia era destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Napoli per detenzione a fini di spaccio di stupefacenti. E’ stato individuato in un appartamento di un complesso di edilizia popolare e non ha opposto resistenza.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest