Gli indagati sono 3: le vittime avevano avuto una discussione con due fidanzati del posto che avrebbero chiesto l’intervento degli aggressori

SESSA AURUNCA – Secondo i poliziotti del commissariato della Polizia di Stato di Sessa Aurunca, i tre indagati, che hanno precedenti per spaccio di droga, avrebbero pianificato un raid punitivo verso i due giovani del vicino comune di Cellole, chiamati probabilmente ad intervenire da una coppia di fidanzati sessani con cui le vittime avevano avuto una lite accesa. Sono stati per questo arrestati a Sessa Aurunca, nel Casertano, il 21enne Luca D’Angelo e il 27enne Aristide Ambrogioni, mentre un terzo ragazzo è stato sottoposto alla misura di sicurezza dell’ obbligo di dimora nel Comune di residenza. I presunti aggressori, presentatisi come appartenenti al clan dei Muzzoni, li avrebbero costretti a salire sulla loro auto e, una volta raggiunto un luogo appartato, si sarebbero accaniti contro di loro con calci e pugni, esplodendo poi in aria alcuni colpi di arma da fuoco e impossessandosi poi dei telefoni cellulari delle vittime. Questa mattina, nel corso della perquisizioni domiciliari nelle case degli indagati, è stata rinvenuto in un giardino, ad una profondità di circa 30 centimetri, una busta con un contenitore cilindrico in cui vi erano 7 dosi di cocaina già confezionate. ue

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest