Sequestrato un fondo agricolo a Fisciano e denunciato un imprenditore a Sarno

I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Salerno impegnati nella lotta allo smaltimento illecito dei rifiuti

Ancora violazioni ambientali sul territorio salernitano. Violazioni che hanno portato ad una serie di denunce e al sequestro di un fondo agricolo. A portare alla luce queste violazioni sono stati i Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Salerno, che nel corso di un’attività di monitoraggio e controllo del territorio provinciale hanno appunto riscontrando queste violazioni. Con precisioni i carabinieri a Fisciano hanno riscontrato un flagrante sversamento illecito di rifiuti speciali all’interno di un appezzamento di terreno privato sottoposto a speciale vincolo dell’Autorità. Al termine degli accertamenti hanno deferito alla competente autorità giudiziaria il legale rappresentante di una azienda locale operante nel settore edilizio che dovrà rispondere di attività di gestione di rifiuti non autorizzata, nonché per aver alterato le bellezze naturali di zone sottoposte a vincolo paesaggistico ed idrogeologico. Oltre a sottoporre a sequestro l’appezzamento esteso su 5.000 mq, nonché un autocarro ed un escavatore utilizzati per lo stoccaggio abusivo. Sempre i carabinieri, questa volta a Sarno hanno ispezionato una nota azienda adibita alla lavorazione del legno. Anche qui denunciato il legale rappresentante, in quanto l’azienda operava in assenza di autorizzazione alle emissioni in atmosfera e scia antincendio. Oltre che a smaltire illecitamente i rifiuti prodotti.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest