Scontri a Napoli per Salvini, scarcerati 2 manifestanti: a maggio il processo

Convalidato il loro fermo, disposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Altri 4 dei fermati sono denunciati

Il giudice monocratico, Luigi Rescigno, ha convalidato il fermo, così come aveva chiesto la Procura, ma come misura cautelare ha scelto per i due l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Sono stati scarcerati i due manifestanti arrestati negli scontri di sabato a Napoli in occasione della manifestazione di Matteo Salvini. Si tratta di Luigi Tarantino e Carmine Esposito, che dovranno firmare tre volte a settimana. Il processo è stato fissato per il 17 maggio. Altre 4 persone delle sei fermate a ridosso degli scontri sono denunciate.

I legali dei due manifestanti, gli avvocati, Alfonso Tatarano e Isidoro Niola, hanno chiesto i termini a difesa. Nel corso dell’udienza i due manifestanti arrestati hanno respinto gli addebiti. I due sono stati bloccati in situazioni diverse, durante gli incidenti che si erano verificati tra Piazzale Tecchio e via Giulio Cesare.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest