Scampia, l’omaggio di Jorit e Trisha a De André

Realizzato su un palazzo popolare di via Labriola

Un ritratto di Fabrizio De André alto cinque piani è l’omaggio degli artisti Jorit e Trisha Palma al grande cantautore genovese, realizzato su un palazzo popolare di via Labriola a Scampia. Eseguito con tecnica mista di pittura acrilica e bomboletta spray, il murale è stato inaugurato questa mattina alla presenza di Dori Ghezzi, moglie di De André.

Dori Ghezzi

Non è la prima volta che vengo nel quartiere napoletano di Scampia, sono stata qui per inaugurare l’auditorium. E’ l’esempio di un quartiere popolato dalla gente che Fabrizio ha amato e ha sempre cantato e se è riuscito a esprimersi in un certo modo lo deve alle persone che vivono qui, ha attinto tantissimo”. Così Dori Ghezzi, vedova di Fabrizio De Andrè, parla del suo ritorno nel quartiere periferico di Napoli, davanti al grande murale dedicato al cantautore scomparso nel 1999.

La cantante era già  stata a Scampia nel 2016 per l’inaugurazione dell’Auditorium intitolato a De Andrè e che oggi resta chiuso dopo aver fatto da ricovero per le persone che hanno lasciato il campo rom dei dintorni distrutto da un incendio nel 2017.

Lui ha anche vissuto a Napoli per un periodo – spiega Dori Ghezzi – ha amato Napoli e la Campania ed è stato molto amato qui, poi la sua prima fidanzata è stata napoletana. Anche io sono stata spesso a Napoli, vi ritengo i migliori e i peggiori al mondo, intendo dire i numeri uno in tutti i sensi, lo dico come cosa positiva e non come giudizio, perchè siete avanti rispetto al resto del mondo. Anche Fabrizio è sempre stato mai giudicante ma stimolante, a spingere le persone a rendersi conto di dove si può arrivare. Per questo è amato per quello che ha detto e per come lo ha detto”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest