Il 46enne Pasquale Balzano accusato dell’omicidio di Giuseppe Desiderio per dissidi sui proventi del lavoro

SCAFATI – Il presunto omicida è stato rintracciato a casa di un suo lontano ed ignaro parente a Pompei. E’ stato fermato dai carabinieri Pasquale Balzano, 46 anni, sospettato dell’omicidio di Giuseppe Desiderio (nella foto), ambulante di 57 anni ucciso ieri con trenta coltellate al torace a Scafati, nel Salernitano. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri di Nocera Inferiore, la lite tra Desiderio e Balzano sarebbe avvenuta per dissidi legati ai proventi dell’attività di ambulanti, comune a entrambi.

Secondo i carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore, i primi elementi che hanno consentito l’individuazione di Balzano sono stati acquisiti con il sopralluogo sulla scena del crimine, dove sono state rilevate diverse tracce ematiche, assieme ad altre circostanze utili alla ricostruzione della dinamica dell’omicidio. L’analisi di tutte le tracce presenti sui luoghi ha consentito di rinvenire alcuni indumenti che Balzano avrebbe utilizzato durante l’omicidio, dei quali avrebbe tentato di disfarsi.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest