Sant’Antimo: abusi su allieva 14enne, preso istruttore di nuoto

Violenze anche durante trasferte: il 48enne ai domiciliari

Le violenze si sono consumate, secondo le indagini, nella polisportiva del paese prima e dopo gli allenamenti ma anche durante le trasferte per le gare. Un 48enne istruttore di nuoto è finito agli arresti domiciliari a Sant’Antimo, su ordine del Gip di Napoli Nord, con l’accusa di aver abusato sessualmente di una 14enne che si allenava con lui. La ragazza, stanca delle violenze subite, ha raccontato tutto ai genitori che si sono poi rivolti alla polizia presentando denuncia. Gli investigatori della squadra mobile di Napoli, coordinati dalla procura di Napoli Nord, hanno trovato i riscontri, anche clinici, al racconto della minore.

 

LA POLISPORTIVA: “L’ISTRUTTORE ALLONTANATO” – Sulla vicenda è diramata una nota di Polisportiva Sant’Antimo e Centro Sportivo Sant’Antimo.

“In merito alla notizia dell’arresto di un istruttore di nuoto, la Polisportiva Sant’Antimo ed il Centro Sportivo Sant’Antimo – si legge – chiariscono che si tratta di un ex istruttore della Polisportiva e che da mesi non collabora più con la struttura, a tutela degli utenti e del buon nome della stessa”.

“La notizia di quanto accaduto – aggiunge la nota – è di una gravità inaudita. Il primo pensiero della Polisportiva, in questo momento, va alla ragazza e alla sua famiglia, a cui si manifesta vicinanza e sostegno. La Polisportiva Sant’Antimo conferma la sua fiducia nella magistratura e auspica che venga fatta piena luce su tutta la vicenda”.

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest