Santa Maria la Fossa, scoperti rifiuti speciali interrati

Il terreno era stato già oggetto di sequestro da parte della polizia locale

Gli scavi si sono resi necessari per verificare la presenza di rifiuti interrati, dopo la formazione spontanea di fumarole a seguito di un incendio di sterpaglie domato nei giorni scorsi e i campionamenti dell’Arpa Campania. Gli esami avevano evidenziato lo sforamento dei limiti di legge per i composti organici volatili di Benzene. A Santa Maria la Fossa, nel Casertano, un ingente quantitativo di rifiuti speciali, derivanti dalla produzione nel settore calzaturiero e della raccolta di abiti usati, è stato scoperto dai carabinieri del Noe di Caserta, insieme ai colleghi del comando stazione di Grazzanise e dei vigili del fuoco del comando provinciale di Caserta, coordinati dalla procura di Santa Maria Capua Vetere. Il terreno era stato già oggetto di sequestro da parte della polizia locale. Sono in corso indagini per ricostruire i quantitativi di rifiuti seppelliti, l’origine e gli autori dello sversamento illecito.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest