Rimborso spese per corteo Bagnoli, de Magistris contrattacca: “A Roma da sindaco, polemica mi rafforza”

Il sindaco di Napoli: “Provo tristezza per la miseria con cui si costruiscono storie in cui non si ha l’intelligenza di capire. Non mi si chiede conto di decine missioni istituzionali a Roma, ma mi si chiede conto del rimborso quando vado da sindaco a fare una manifestazione con il popolo in difesa della città”

“Da questa polemica mi sento rafforzato”. A margine dell’assemblea Cna a Napoli, de Magistris risponde ai cronisti sul caso del rimborso spese chiesto per partecipare a Roma alla manifestazione su Bagnoli, rivelato dal quotidiano Metropolis Napoli. “Provo tristezza – dichiara il sindaco – per la miseria con cui si costruiscono storie in cui non si ha l’intelligenza di capire. Non mi si chiede conto di decine missioni istituzionali a Roma, ma mi si chiede conto del rimborso quando vado da sindaco a fare una manifestazione con il popolo in difesa della città, consegnando un documento a Palazzo Chigi: chi chiede conto di questa cosa o è in malafede, come penso, e quindi vuole colpire un’amministrazione coraggiosa e autonoma, oppure fa cattiva informazione”. “C’è chi ritiene – aggiunge – che se stai con il popolo non sei sindaco, forse non riescono a capirlo, perché sono abituati a vedere i sindaci solo in cabine di regia e luoghi chiusi. A Napoli c’è un sindaco onesto, che sta in mezzo al popolo, talmente trasparente che lascia spazio solo a malafede o cattiva informazione”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest