Quarto, il sindaco Capuozzo non esclude di ritirare dimissioni in extremis: “Non ho deciso”

Tra le ipotesi c’è di continuare la consiliatura con l’appoggio di due liste civiche di opposizione

QUARTO – La voce circola da giorni, ma nelle ultime ore prende corpo. Il sindaco di Quarto, Rosa Capuozzo, potrebbe ritirare in extremis le dimissioni presentate lo scorso 21 gennaio. “Non ho ancora deciso. Ne riparliamo domani” dice il primo cittadino ex M5S durante il consiglio comunale di oggi pomeriggio. Da quanto si apprende, c’è da giorni in corso una riflessione con i gruppi di opposizione. Le due liste civiche di centro destra Forza Gabriele ed Uniti per Quarto non hanno chiuso la porta in faccia al sindaco. Potrebbero essere la stampella per salvare la consiliatura ed evitare il commissariamento. “Non c’è più un disegno politico degli ex M5S, non hanno più la maggioranza – afferma Giovanni Santoro di Uniti per Quarto – per cui bisognerà lavorare solo insieme. E noi ci siamo se possiamo fare cose positive per il nostro paese. Bisognerà concordare un programma di lavoro”. Ma per il possibile dietrofront sarebbe decisiva la volontà di 10 consiglieri espulsi dal Movimento 5 stelle. In mancanza del loro appoggio non ci sarebbero i numeri per l’operazione. Per domani alle 17 è convocata una conferenza stampa “a margine di quanto deciderà il sindaco” annuncia l’ufficio stampa di Capuozzo. Dopo la bufera seguita all’indagine per la presunta estorsione subita dall’ex consigliere De Robbio, il sindaco aveva annunciato l’addio per l’implosione della sua maggioranza, un monocolore grillino.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest