Primarie Napoli, riecco i veleni: consiglieri Pd pagano elettori per votare

La denuncia in un video di Fanpage.it con immagini dai seggi di Scampia, Piscinola, San Giovanni a Teduccio: consensi su Valeria Valente

“Consiglieri comunali e consiglieri municipali all’esterno dei seggi, pronti per fornire ai votanti il denaro necessario per esprimere la preferenza”. E le indicazioni di voto sono chiare: votare Valeria Valente, vincitrice delle primarie a Napoli. La denuncia di Fanpage.it in un video che riporta immagini da Scampia, Piscinola, San Giovanni a Teduccio. Un reportage realizzato con telecamere nascoste, che mostra il voto alle primarie del centrosinistra in alcune periferie napoletane. “Abbiamo potuto documentare il passaggio della lista dei votanti  – spiega Fanpage.it – da uno scrutatore a un uomo seduto in un’auto ferma davanti a un seggio; abbiamo ripreso personaggi pronti a indirizzare verso un preciso candidato la preferenza di alcuni votanti”.
BORRIELLO: “AGGRESSIONE MEDIATICA” – “Ho visto il video pubblicato da Fanpage nel quale mi si attribuiscono impropriamente pratiche lontanissime dal mio modo di concepire l’azione politica; ho già dato mandato ai miei legali per promuovere una querela per diffamazione nei confronti della testata giornalistica che ha inteso mettere in atto una vera e propria aggressione mediatica”. Reagisce così Antonio Borriello, uno dei politici del Pd mostrati nelle immagini. Consigliere comunale, per anni fedelissimo di Bassolino, Borriello celebrò il matrimonio civile tra l’ex governatore e la senatrice Annamaria Carloni. In queste primarie aveva firmato la candidatura di Bassolino per passare poi al sostegno alla Valente, che a San Giovanni a Teduccio è stata la più votata. “La verità: ho dato un euro  – spiega Borriello – a uno o due cittadini che sono andati a votare alle primarie del centrosinistra, l’ho fatto per non essere scortese come partito. Faceva freddo, quelle persone erano venute a votare, ma non avevano l’euro, e allora gliel’ho dato io. E non so neanche chi abbiano votato. L’ho fatto davanti a tutti, non di nascosto. La giornata di domenica 6 marzo anche nella sezione di San Giovanni ha visto una partecipazione vera, spontanea e libera di tanti cittadini che hanno deciso di scommettere sul futuro di Napoli”.
TARTAGLIONE: “CONDANNIAMO EPISODI ISOLATI MA NO AL FANGO” – ”Nelle ultime ore assistiamo ad alcuni macchinosi tentativi di infangare le primarie utilizzando episodi isolati, che condanniamo fermamente, ma che non possono mettere in dubbio il fatto che si sia trattato di primarie regolari, trasparenti e democratiche, come da più parti riconosciuto”. Così commenta la vicenda il segretario regionale del Pd Campania, Assunta Tartaglione. “Sul terreno della legalità – aggiunge Tartaglione – non vogliamo fare sconti e gli eventuali errori dei singoli saranno condannati come meritano. Questo, peró, non può in alcun modo infangare la festa di democrazia che ha coinvolto a Napoli oltre 30mila cittadini”
Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest