Preso sabato per rapina, s’impicca in cella 30enne di Afragola: giallo a Poggioreale

Aperto un fascicolo sul decesso di Pasquale Puorro, trovato impiccato la scorsa notte nella sua cella. Disposta l’autopsia

Sabato, con un complice riuscito a fuggire aveva tentato una rapina in un negozio di parrucchiere a Cardito, ma era stato bloccato dalla polizia. Dopo 3 giorni l’hanno trovato impiccato nella sua cella a Poggioreale. La procura di Napoli ha aperto un fascicolo sulla morte di Pasquale Puorro, 31enne di Afragola, il cui cadavere è stato scoperto la scorsa notte in carcere.  Gli inquirenti hanno disposto l’autopsia che sarà eseguita domani. L’ipotesi è quella del suicidio, ma i magistrati vogliono vederci più chiaro. In una lettera inviata  ai familiari, Puorro aveva chiesto scusa. Ieri mattina, durante l’udienza di convalida davanti al gip, aveva affidato al suo legale, l’avvocato Giovanni Cacciapuoti, un biglietto da consegnare ai parenti con la lista degli effetti personali di cui aveva bisogno. Davanti al giudice del Tribunale Napoli Nord, aveva ammesso le proprie responsabilità. Agli inquirenti aveva spiegato di aver tentato il colpo per comprare le uova di Pasqua ai figli. Era tornato in libertà solo l’11 marzo scorso dopo aver scontato una condanna sempre per rapina, quasi interamente ai domiciliari.

(Foto rainews.it)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest