Pollena Trocchia, “pizzo” per vendere fiori: arrestato affiliato a clan

Il 32enne Luigi Tezzi ritenuto esponente della cosca Fusco-Ponticelli: accusato di aver preteso da un fioraio il pagamento di alcune decine di euro da destinare al mantenimento dei detenuti

Chiede il “pizzo” per vendere i fiori: arrestato.
I carabinieri della tenenza di Cercola hanno messo le manette  a Luigi Tezzi, 32enne di Ponticelli, noto alle forze dell’ordine e ritenuto affiliato al clan Fusco-Ponticelli attivo a Cercola. E’ accusato tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.
L’uomo è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Napoli su richiesta della dda partenopea.
I militari dell’arma hanno ricostruito come nel mese di luglio Tezzi si sarebbe presentato a Pollena Trocchia da un fioraio e, facendo forza sulla sua appartenenza al clan, avrebbe preteso da lui il pagamento di alcune decine di euro da destinare al mantenimento dei detenuti.
Successivamente, a settembre e ottobre, la richiesta si sarebbe ripetuta: Tezzi avrebbe chiesto altre consegne di denaro.
Non avrebbe mai ottenuto i soldi perché la vittima si sarebbe rifiutata, facendo scattare minacce di ritorsione da parte dell’arrestato, che è stato tradotto nella casa circondariale di Secondigliano.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest