Pietrelcina, il presepe vivente inaugurato dagli operai ex Ilva e Whirlpool

“Se San Pio esaudirà nostro desiderio, il lavoro verremo in pellegrinaggio”

L’edizione 2019 del presepe vivente di Pietrelcina, paese natale di Padre Pio, è stata inaugurata da due operai metalmeccanici, dipe indenti dell’ex Ilva di Taranto e della Whirlpool  di Napoli accompagnati dalle rispettive famiglie. All’inaugurazione era presente il sindaco Domenico Masone. Ricordando che il tema del presepe di quest’anno è dedicato alla salute, al lavoro e alla legalità, il sindaco Masone ha detto che “la terra di Padre Pio vuole essere la custode del suo messaggio spirituale che si traduce nell’amore per il prossimo, per la solidarietà, la dignità umana nel segno anche dell’insegnamento di Papa Francesco, che qui è stato, per ricordare l’importanza della condivisione, della generosità, dell’altruismo che deve caratterizzare il presente”. Gli operai si augurano un miracolo del Santo. “Se San Pio esaudirà il nostro desiderio, quello di non perdere il posto di lavoro, allora tutti in pellegrinaggio qui a Pietrelcina”, hanno dichiarato i due operai. A celebrare la messa è stato mons. Francesco Orazio Piazza, vescovo di Sessa Aurunca

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest