L’aggressione per futili motivi a bordo dell’R6 a via Modigliani

NAPOLI – Nuovo episodio di violenza a bordo di un autobus Anm. La vittima di turno è un uomo di 49 anni, bersaglio di una selvaggia aggressione sulla Linea R6, in transito nel tardo pomeriggio a Pianura. L’uomo è stato picchiato a calci e pugni sul volto da una gang di tre ragazzi, davanti agli occhi di numerosi passeggeri. “Aveva il volto tumefatto e sanguinava” spiega l’autista, che è riuscito soltanto a intravedere gli aggressori mentre scendevano alla fermata di via Modigliani. Dal racconto dei testimoni, si ricostruisce che la vittima era stata presa di mira dalla banda, che aveva iniziato a colpirlo con schiaffi dietro la nuca. Alle proteste dell’uomo è scattato il pestaggio. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. Il 49enne ha rifiutato di farsi medicare. “L’aggressione ai danni di un passeggero sulla linea R6 avvenuta oggi da parte di tre ragazzi – afferma Marco Sansone del coordinamento Usb – dimostra ancora una volta, purtroppo, che i campanelli d’allarme lanciati dalla nostra organizzazione sulla necessità di ampliare e garantire lo stato di sicurezza sui nostri mezzi, sui nostri treni, e più in generale verso il personale tutto di ANM, hanno motivazioni più che legittime. Fondamentalmente crediamo che quello delle aggressioni sia un fenomeno culturale che viene da lontano, che parta dall’educazione scolastica e familiare, ma pensiamo anche che la reintroduzione del bigliettaio a bordo dei mezzi garantirebbe in parte una maggiore protezione per il personale e l’utenza”.

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest