Piantonato al Cardarelli, detenuto evade: è caccia all’uomo

Il 30enne Giuseppe Merolla è stato arrestato a fine gennaio per aver rapinato a una gioielleria a Ponticelli. Avrebbe finito di scontare la sua pena nel 2030. E’ fuggito all’alba dopo aver strattonato l’agente di polizia penitenziaria davanti la porta della sua stanza

Avrebbe finito di scontare la sua pena nel 2030, era piantonato e questa mattina all’alba ha strattonato l’agente di polizia penitenziaria davanti la porta della sua stanza ed è fuggito. Giuseppe Merolla, detenuto 30enne, è evaso dall’ospedale Cardarelli di Napoli. Alla sua fuga è scattata la caccia all’uomo.
Merolla, che doveva scontare un cumulo di pene, era stato ricoverato per una crisi gastrointestinale. Lo hanno arrestato a fine gennaio scorso per una rapina a mano armata in una gioielleria di Ponticelli, compiuta mentre era detenuto ai domiciliari e con una donna come complice. Le indagini dei carabinieri lo identificarono come responsabile perché le immagini di videosorveglianza del negozio lo mostravano, mentre la donna usciva con il bottino, intrattenersi a parlare con il gioielliere e alla fine stringere la mano tesa dalla sua vittima.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest