Pensionato ucciso nel Salernitano, un fermato: “Vendetta per lavoro non pagato”

Vincenzo Caruso è stato ammazzato lo scorso 28 novembre al culmine di un’aggressione a Roccagloriosa

I carabinieri della Compagnia di Sapri, ricostruendo il rapporto tra la vittima e l’indagato, sono riusciti a risalire al presunto movente dell’aggressione. Si tratta di un “pagamento” che l’anziano non avrebbe mai voluto saldare all’indagato.  La scorsa notte i militari, coordinati dal pm Ivana Niglio e dal procuratore di Vallo Lucania Giancarlo Grippo, hanno eseguito un fermo di indiziato di delitto nei confronti del rumeno Florin Nutu per l’omicidio di Vincenzo Caruso, pensionato ucciso il 28 novembre scorso a Roccagloriosa, nel Salernitano. I video delle telecamere del paese hanno permesso ai carabinieri di ricostruire l’itinerario l’itinerario che la vittima avrebbe compiuto dalla propria abitazione ad un bar del paese, dove aveva trascorso l’intera serata insieme ad alcuni conoscenti. I dati ricavati dalle immagini e diverse testimonianze raccolte dagli investigatori dell’Arma, hanno consentito di individuare Nutu vicino alla casa del pensionato, aggredito intorno mezzanotte. La vittima, colpita al volto da alcuni pugni, ha riportato anche una profonda lesione al capo da oggetto contundente, corrispondente all’arnese agricolo che i militari hanno sequestrato sulla scena del crimine

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest