Pd Campania caos, salta ancora l’assemblea “per la legalità”: pesano le tensioni sulle liste

Rinviata per la seconda volta la riunione con Guerini, ufficialmente per il voto parlamentare sulle unioni civili. Ma in queste ore tra i dem è resa dei conti per i malumori sul rischio bocciatura di almeno 3 liste alle municipalità, tra cui Napoli est, e il mancato completamento di quella per il consiglio comunale

Ufficialmente, il secondo rinvio è dovuto al “protrarsi dei lavori in Aula e la non prevedibile evoluzione del calendario parlamentare sul Ddl Cirinnà” sulle unioni civili. Ma l’assemblea regionale del Pd, in programma giovedì prossimo, risente delle fibrillazioni elettorali di queste ore. Da quanto si apprende, alta è la tensione in casa dem. C’è il rischio bocciatura di almeno tre liste nelle municipalità a Napoli, tra cui la roccaforte della periferia est. A pesare anche il nodo della lista per il consiglio comunale, rimasta incompleta. Così meglio rinviare ancora l’assemblea già saltata la settimana scorsa, causa concomitanza con la riunione del Pd provinciale per l’approvazione delle liste. Era stata convocata sull’onda degli scandali giudiziari che hanno coinvolto esponenti del partito in Campania, e avrebbe dovuto partecipare il vicesegretario nazionale Lorenzo Guerini. Nelle intenzioni, era il modo di ribadire che il Pd “è il partito della legalità”, in barba alle inchieste. Se ne riparlerà un’altra volta. Forse.

Gianmaria Roberti

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest