Le indagini sull’omicidio di Nunzia D’Amico: tra le piste lo scontro per l’egemonia nel business droga

NAPOLI  – Sull’umida scena del delitto c’è un passeggino abbandonato. E nello scenario investigativo spunta l’ipotesi di una fuga disperata di una mamma con un bambino, mentre piovevano proiettili al rione Conocal. Il giorno dopo l’omicidio di Nunzia D’Amico a Ponticelli, gli investigatori ricostruiscono i momenti in cui un unico killer ha falciato la sorella dei boss, e ferito un uomo con una pallottola vagante. Ma si cerca anche il movente della missione di morte. Nel mirino è finita la donna ritenuta reggente della cosca decimata da indagini e arresti. Tra le prime piste c’è quella rituale del conflitto per l’egemonia nel mercato della droga.
(Foto www.pupia.tv)
Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest