Ora de Magistris vuole incontrare Salvini: “Un dovere, ma chiedo concretezza”

Il sindaco di Napoli: “Sul piano politico le posizioni sono inconciliabili, ma è il ministro dell’Interno e prima o poi arriverà il giorno in cui ci incontreremo”. Sul tavolo i temi di integrazione e sicurezza

Non sarà per piacere, ma di certo per dovere. ”Sul piano politico le posizioni tra me e Salvini sono inconciliabili, ma è il ministro dell’Interno e pertanto prima o poi arriverà il giorno in cui ci incontreremo. Ritengo che chi ricopre incarichi istituzionali ha il dovere di incontrare tutti i referenti istituzionali”. Luigi de Magistris risponde così ai cronisti sulla possibilità di incontrare il leader leghista, con il quale i rapporti sono pessimi. Due i temi che il sindaco di Napoli vorrebbe sottoporre al capo del Viminale: l’integrazione e la sicurezza. ”Fino ad oggi – spiega de Magistris – il sistema dell’integrazione attraverso i Cas (Centri di accoglienza straordinaria, ndr) portato avanti sia da governi di centrodestra che di centrosinistra è stato fallimentare. Napoli è pronta a una vera integrazione che dia a tutti stessi diritti e doveri”.

(Foto/video Ufficio stampa comune di Napoli)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest