Omicidio stradale del 17enne di Casoria, fermato 22enne: non ha mai preso la patente

Il giovane è accusato di aver travolto Alfonso Pernasilio all’uscita di una discoteca di Varcaturo e di essere scappato

E’ stato fermato con le accuse di omicidio stradale aggravato dall’omissione di soccorso e dal non aver mai conseguito la patente di guida. Svolta nelle indagini sull’uccisione di Alfonso Pernasilio (nella foto), 17enne di Casoria travolto all’alba di ieri fuori ad una discoteca di Varcaturo, nel Giuglianese. Destinatario di un fermo di polizia giudiziaria è Per questi reati un 22enne nato a Napoli e residente a Castelvolturno, di origini tanzanesi. All’uscita del locale il minorenne è stato sbalzato in aria da un’auto poi ha urtato una Fiat Punto che stava effettuando una manovra. Dopo l’impatto, i conducenti delle vetture coinvolte sono scappati. L’arrestato era privo di patente e nel tentativo di rimediare si è costituto alla polizia. Denunciato il conducente della Punto, un 20enne napoletano di Barra, che ha simulato il furto dell’auto, che invece stava guidando in stato di ebbrezza. L’arrestato ha riferito di essere scappato in auto con altri due amici dopo una rissa avvenuta nel locale e di aver fatto una inversione di marcia investendo il 17enne.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest