Omicidio Materazzo, indagato il fratello Luca: “Un atto dovuto”

Perquisita l’abitazione dell’uomo

Svolta nelle indagini per l’omicidio Materazzo: la Procura della Repubblica di Napoli ha iscritto nel registro degli indagati, per il reato di omicidio, Luca Materazzo, fratello della vittima. “Trattasi di atto dovuto – recita una nota della questura – in vista degli esami scientifici e medico legali che saranno effettuati nei prossimi giorni”.

Poliziotti della Squadra Mobile di Napoli questa mattina su ordine della Procura della Repubblica hanno perquisito l’abitazione dell’indagato.

 

INDAGINI PARTITE DA UN VECCHIO DISSIDIO – Secondo quanto emerge dalla documentazione che Vittorio Materazzo aveva consegnato diversi anni fa ai magistrati della Procura di Napoli, a cui chiedeva di accertare la natura del decesso del padre, Lucio Materazzo, morto nel 2013, Luca Materazzo ebbe dissidi con il fratello, culminati in una aggressione, quasi 13 anni fa. Una colluttazione interrotta dall’intervento del genitore. Da questi elementi le indagini hanno preso la direzione di accertare l’eventuale coinvolgimento del congiunto nel fatto di sangue. Determinante per le indagini potrebbe essere la comparazione del Dna dopo i rilievi eseguiti stamattina a casa dell’indgato. Oggi intanto dovrebbe essere eseguita l’autopsia sul corpo dell’ingegnere di 51 anni, ucciso la sera di lunedì scorso.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest