Nola, 26enne di San Sebastiano al Vesuvio morto in ospedale: 6 indagati

Sono medici e infermieri di una clinica di Cicciano e dell’ospedale nolano: ipotesi di omicidio colposo. Già effettuata l’autopsia

Il giovane in preda a una crisi respiratoria sarebbe stato accompagnato prima in una clinica di Cicciano e poi da lì trasferito all’ospedale di Nola, dove poi sarebbe sopraggiunto il decesso dopo alcune ore.

La Procura della Repubblica di Nola ha iscritto nel registro degli indagati, come atto dovuto, sei persone, tra medici e infermieri di due diverse strutture sanitarie, nell’ambito delle indagini sul decesso di un giovane di 26 anni, avvenuto agli inizi di novembre. L’ipotesi di reato è di omicidio colposo.

Già in clinica, da quanto si apprende, il giovane sarebbe stato intubato. 

Lo scorso 8 novembre è stato disposto l’esame autoptico sul corpo del giovane i cui risultati saranno consegnati nelle prossime settimane. Gli inquirenti contestano agli indagati l’omicidio colposo. 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest