Noemi, condizioni sempre gravi ma stabili

La bambina ferita nell’agguato a Napoli: continuano sedazione e ventilazione meccanica, massima attenzione al polmone sinistro, il più compromesso dal proiettile. La prognosi rimane riservata. Mattarella in visita ai familiari

La piccola Noemi è sempre grave, ma le sue condizioni sono stazionarie. Il bollettino medico di stamattina, diramato dall’ospedale Santobono, afferma che la paziente “è stabile, ma persistono le condizioni di criticità. Nella giornata di ieri si sono presentati episodi di desaturazione”. Continua la sedazione e la ventilazione meccanica, con alta concentrazione di ossigeno. La bambina è continuamente monitorata in tutti i parametri vitali. “Si sta prestando la massima attenzione – precisa l’ospedale- alle condizioni del polmone sinistro – quello più compromesso dal proiettile – per verificarne la vascolarizzazione”. Rimane riservata la prognosi della bimba, ferita nell’agguato di piazza Nazionale a Napoli.

 

LA VISITA DI MATTARELLA. Nel pomeriggio, al Santobono anche la visita di Sergio Mattarella.  Il presidente della Repubblica, ha fatto visita ai familiari della piccola Noemi. Si è trattenuto in forma strettamente privata, poco meno di trenta minuti, ringraziando anche i medici. Mattarella era in città per il simposio Cotec sulla digitalizzazione della pubblica amministrazione. Subito dopo aver lasciato l’ospedale ha fatto rientro a Roma.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest