Napoli, tragedia annunciata: un uomo schiacciato da un albero a via Nuova Agnano

La vittima 62 anni era un commerciante del Marrocco

Tragedia a Napoli, in via Nuova Agnano, alla periferia occidentale della Città. Un uomo di 62 anni è morto schiacciato da un albero di grosse dimensioni che si è abbattuto al suolo. E’ accaduto intorno alle 7 di oggi. L’uomo è stato soccorso dal 118, trasportato all’ospedale San Paolo, i medici hanno potuto solo constatarne il decesso. La vittima si chiamava Mohamed Boulhaziz, 62 anni, originario del Marocco. Risiedeva a Maddaloni in provincia di Caserta e lavorava come commerciante. Sul posto è intervenuta la Polizia. Non è una disgrazia ma una tragedia annunciata e solo per un miracolo non ce ne sono state altre. Tantissimi alberi in città vengono lasciati allo sbando totale senza la minima cura, inevitabilmente cadono alla prima bufera di tempo. I cambiamenti climatici non c’entrano nulla. Il Comune di Napoli non ha mai attivato iniziative per garantire una gestione di qualità del paesaggio e dei nostri beni ambientali ovvero dei giardini, parchi, filari arborei per prevenire, impedire disastri e vittime. Il verde urbano non è un semplice arredo usa e getta ma una infrastruttura polifunzionale complessa che produce servizi ecosistemici. Gli alberi in città sono una coltivazione, come in un grande giardino e come tale dovrebbero essere gestiti e migliorati nella loro esistenza. In che modo bisogna intervenire per conservare il verde, il “Verde Bene Comune”? E’ necessario, urgente investire su potature di qualità per migliorare le alberature sotto l’aspetto estetico e fitosanitario, investire sulla cura e prevenzione delle malattie  e sul miglioramento degli spazi vitali. 

Ciro Crescentini

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest