Napoli, Secondigliano: 15 lavoratori in nero fabbricavano borse per Yves Saint Laurent. Denunciata titolare

L’attività è stata sospesa

A Secondigliano, quartiere di Napoli Nord una pelletteria fabbricava borse per Yves Saint Laurent e utilizzava 15 lavoratori su 38 a nero, senza contratto e busta paga. Quelle borse avrebbero fruttato oltre mille euro al pezzo, anche più di duemila euro. Prodotto di lusso, rivolto a una clientela facoltosa. L’ennesimo caso di sfruttamento è emerso a seguito di un articolato intervento ispettivo effettuato dai carabinieri del nucleo ispettorato del Lavoro, insieme a quelli della stazione locale e a personale ispettivo ispettorato territoriale del lavoro di Napoli.


La titolare della fabbrica, una 35enne di Melito è stata denunciata e le sono state comminate sanzioni amministrative per oltre 56 mila euro. Contestate anche 2 prescrizioni penali per circa 33 mila euro. L’attività è stata sospesa.

CiCre

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest