Napoli, ristorante rapinato in via Manzoni: 20enne bloccato dal cuoco e arrestato

Il giovane aveva minacciato il cassiere con un coltello e si era fatto consegnare l’incasso. La vittima ha però chiamato il dipendente che ha ingaggiato una colluttazione con il ragazzo. Nel frattempo sono giunti sul posto i carabinieri

E’ entrato, ha minacciato il dipendente alla cassa con un coltello e lo ha costretto ad aprire la cassa. Raffaele Toti, 20enne napoletano di via Manzoni già noto alle forze dell’ordine, a cavallo dell’ora di pranzo, quando l’incasso era presumibilmente più alto, ha preso di mira un ristorante della strada in cui abita. La vittima però ha lanciato un grido d’allarme facendo accorrere il cuoco, un ragazzo di 27 anni, che ha ingaggiato una colluttazione col rapinatore per difendere il collega e impedire al giovane di impossessarsi dei soldi e fuggire.

Nel frattempo al 112 è arrivata la richiesta d’intervento. in pochi minuti i carabinieri della compagnia Vomero, inviati dalla centrale operativa di Napoli, sono arrivati al ristorante, facendo irruzione nel locale e bloccando e disarmando Toti. Il 20enne è stato arrestato per rapina aggravata e dopo le formalità è stato tradotto al carcere di Poggioreale. Il dipendente ha subito escoriazioni di lievissima entità.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest