Napoli, Maresca: “Un comitato d’affari composto da Pomicino, Cesaro e D’Angelo sostiene Manfredi”

Un siluro contro gli ex demagistriani saliti sul carro dell’ex Rettore della Federico II

Il candidato sindaco di Napoli, Catello Maresca va avanti e non si lascia condizionare dalla decisione del Consiglio di Stato di escludere quattro liste della coalizione,  Prima Napoli, quella del Movimento animalista e le due civiche ‘Catello Maresca’ e ‘Catello Maresca sindaco’.

 “Accettiamo l’interpretazione rigorosa del Consiglio di Stato – ha affermato Maresca – Noi, comunque andiamo avanti. Non verrà chiuso alcun comitato elettorale, anzi ne apriremo altri. Vorremmo occuparci di contenuti e programmi

Il magistrato in aspettativa va giù duro contro il suo avversario Gaetano Manfredi, candidato della coalizione ammucchiata composta da trasformisti di sinistra, grillini, post bertinottiani, post vendoliani, ex demagistriani ed ex fascisti.

 “Leggo con sconforto l”esultanza, su alcuni social legati a Manfredi, per la nostra esclusione. Penso che bisogna confrontarsi sui problemi della città e non esultare per le disgrazie altrui” – ha sottolineato il magistrato in aspettativa – Non siamo una squadra,  Manfredi è sostenuto da un comitato di affari. Stanno tutti insieme magnificamente: da Pomicino a Cesaro, a D’Angelo per sostenere Manfredi. Avete visto la reazione che si è registrata alla mia proposta di abolire il pedaggio della tangenziale – ha proseguito – C’è stata da più parti una levata di scudi”.

Sergio D’Angelo e Luigi de Magistris

Alle dichiarazioni di Maresca ha replicato Sergio D’Angelo, manager delle Coop rosse, ex assessore della giunta de Magistris, ex presidente Abc, uno dei tanti candidati della sedicente sinistra saliti sul nuovo carro di Manfredi: “Voglio ricordargli che la mia candidatura nasce dalla esigenza di garantire alle fasce più deboli della città una giusta rappresentanza nell’assise comunale – ha detto l’ex assessore arancione – Non ho mai fatto mistero di questo interesse, che anzi ho reso esplicito in più di un’occasione, è un’attenzione necessaria che credo la prossima amministrazione debba avere verso le persone più fragili della città”.

CiCre

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest