Napoli, fallisce comizio di Conte e Manfredi. Piazza piena per Bassolino

Il candidato Maresca in sei luoghi simbolo della Città

Alla mezzanotte di oggi termina la campagna elettorale nei 1.157 comuni in cui si vota per eleggere sindaco e consiglio comunale, in Calabria per la presidenza della Regione e nei due collegi di Siena-Arezzo e Roma-Primavalle per le elezioni suppletive della Camera dei deputati.  

Sono circa 12 milioni gli italiani chiamati a esprimere il proprio voto. Si eleggeranno i sindaci di 6 capoluoghi di regione: Torino, Milano, Trieste, Bologna, Roma e Napoli. Alle urne inoltre 15 città capoluogo di provincia: Benevento, Caserta, Cosenza, Grosseto, Isernia, Latina, Novara, Pavia, Pordenone, Salerno

comizio bassolino in piazza del Gesù

Una campagna elettorale che non ha raccolto molto entusiasmo. Emersa tanta freddezza da parte dei cittadini. Si prevede una clamorosa fuga dalle urne.

A Napoli, 3 mila persone hanno partecipato a piazza del Gesù Nuovo, al comizio di chiusura del candidato sindaco, Antonio Bassolino. “Mi rivolgo agli elettori di sinistra, io che sono un esponente doc della sinistra, ma anche di centro e di destra. Nel voto nazionale si scelgono i partiti, le comunali sono un’altra cosa: il sindaco deve saper rappresentare tutti, e io ho già  dimostrato di saperlo fare”. Sul palco, a fianco del leader della sinistra storica, due artisti, Nino D’Angelo e Nello Daniele, fratello di Pino.

poche persone al comizio di Manfredi

Bassolino ha ricordato il lavoro organizzativo. “Siamo partiti da soli, senza soldi e senza partiti, ci ritroviamo in questa bellissima piazza. E’ stato un cammino in salita con importanti risultati, ora bisogna compiere l’ultimo tratto”. Obiettivo, arrivare al ballottaggio. L’ex sindaco ha rinnovato le critiche al candidato della coalizione giallo-rosa, Gaetano Manfredi, che non ha voluto partecipare ai confronti con gli altri aspiranti sindaco: “E’ stata una bella campagna elettorale, spiace solo sia mancata un’occasione di confronto civile e serena tra tutti, che avrebbe fatto bene alla città”.

Nino D’Angelo non ha dubbi: “Quando Bassolino è stato sindaco a Napoli si riusciva a sognare un futuro diverso. E’ ancora oggi l’uomo giusto per la città , sa già  dove bisogna mettere le mani“.

comizio di Conte in piazza Dante

E’ fallito, invece, il comizio a piazza Dante del capo dei grillini, Giuseppe Conte e del candidato sindaco della coalizione giallo-rosa Gaetano Manfredi. Meno di cinquecento persone hanno accolto i due esponenti politici. “La situazione a Napoli è complicatissima, la politica ha il dovere di dire la verità . Il debito di bilancio del Comune che si è acuito nell’ultima consiliatura è un debito impressionante” – ha affermato Giuseppe Conte, l

Catello Maresca chiusura campagna elettorale

Chiusura di campagna elettorale del candidato sindaco Catello Maresca delle liste civiche e di centro destra: sei tappe e altrettanti luoghi simbolo della città prima della festa conclusiva all’Arenile di Bagnoli, alle 19.30. Prima tappa alla Torretta, seconda al Pallonetto a Santa Lucia, quindi San Giovanni a Teduccio, Secondigliano, Scampia e Pianura. A ogni tappa il candidato sindaco ha incontrato le persone del luogo.

Catello Maresca incontra i cittadini nella zona di Napoli Nord

Manfredi è sicuro di vincere? Ognuno ha le sue convinzioni. Io sono sicuro di aver fatto un lavoro straordinario, siamo soddisfatti, siamo contenti, la gente ci risponde. Il mio metro di valutazione è il popolo e il popolo sta con noi”. Così Catello Maresca ha risposto ad una domande dei cronisti. “Per me è stata una bellissima campagna elettorale e continua ad esserlo perchè stiamo ancora continuando a girare per i quartieri e a incontrare persone, a ricevere attestati di stima. Per me questa è già  una grandissima vittoria. Io credo che Napoli sia pronta al cambiamento, davvero siamo in una fase importante per la città  e noi siamo pronti ad assumerci la responsabilità  del cambiamento” ha concluso il magistrato.

CiCre

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest