Napoli, elezioni: Maresca propone un piano contro le buche, Bassolino incontra i disoccupati

La stragrande maggioranza dei cittadini partenopei, però, mostrano tanta indifferenza e fastidio. Tantissimi elettori sarebbero orientati a disertare le urne.

I candidati a sindaco continuano a girare per Napoli e tentare di racimolare voti, recuperare consensi prima del voto di Domenica e Lunedì prossimi. La stragrande maggioranza dei cittadini partenopei, però, mostrano tanta indifferenza e fastidio. Tantissimi elettori sarebbero orientati a disertare le urne. L’insofferenza e il distacco dalla politica sono ulteriormente aumentati negli ultimi mesi a seguito delle decisioni assunte dai governi Conte e Draghi nell’ambito sanitario, sociale, occupazionale. E la rabbia è aumentata nelle ultime ore per gli aumenti delle bollette di gas e luce che supereranno il 40%.

Oggi il candidato delle liste civiche e del centro destra, Catello Maresca ha presentato la proposta per un piano di manutenzione per ripristinare il prima possibile la normalità sui tratti di strada ammalorati. Un vero e proprio ‘piano Marshall’ contro le buche. “Oltre all’assessorato ai Lavori Pubblici –  spiega Marescametteremo in campo una ‘squadra di controllo’ per il monitoraggio costante delle condizioni della rete viaria, così da intervenire in maniera tempestiva per tutelare l’incolumità di automobilisti e pedoni. La sicurezza dei cittadini è al centro del nostro programma. Vogliamo dare tempi certi e rispondere ai napoletani con i fatti, non con le solite chiacchiere. I fondi si possono trovare, siamo pronti”. Maresca continua i suoi numerosi incontri in città e prepara la giornata finale dell’1 ottobre con un evento che coprirà tutto il giorno.

Catello Maresca

L’ex sindaco e ora candidato indipendente Antonio Bassolino ha incontrato oggi il Movimento dei disoccupati 7 Novembre, ascoltando la vertenza sul volontariato svolta dai disoccupati sull’intera fascia litorale: “l’auspicio – ha detto Bassolino – è che il percorso già avviato, con l’impegno diretto della Prefettura, nei prossimi giorni, possa coinvolgere fattivamente la Regione e il Governo nazionale e che il Comune possa presto svolgere il ruolo che gli compete. Formazione e lavoro sono questione essenziale in una realtà come la nostra e, anche in previsione degli investimenti previsti dal Pnrr nel campo ambientale, sarà  necessaria la più ampia collaborazione tra tutte le istituzioni”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest