Napoli e Caserta, blitz antidroga da 42 arresti. Assalto a carabinieri e cronisti in caserma – Video

Smantellata presunta organizzazione che trafficava in cocaina, hashish e marijuana. Usavano bambini per eludere i controlli

SANTA MARIA CAPUA VETERE – La droga, di cui la presunta organizzazione si riforniva  soprattutto a Caivano, veniva trasportata da corrieri mediante l’occultamento su persona o all’interno di veicoli, anche in presenza di minori, utilizzati per eludere i controlli. E’ scattato all’alba il maxi blitz dei carabinieri del Comando Compagnia di Santa Maria Capua Vetere, per eseguire un’ordinanza di custodia cautelare in carcere e al regime degli arresti domiciliari, nei confronti di 42 indagati per associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, hashish e marijuana. I militari sono coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli.

 

TENSIONI IN CASERMA – Momenti di forte tensione davanti al comando provinciale dei carabinieri di Caserta, durante l’uscita dalla caserma degli arrestati. Molti familiari degli indagati, provenienti dal Parco Verde di Caivano, hanno preso a calci e pugni il cancello d’ingresso del comando e sputato contro i carabinieri, giornalisti, fotografi e operatori video nel cortile.

 

L’INDAGINE – Dei 42 provvedimenti cautelari, eseguiti nelle province di Caserta, Napoli e Ravenna, 19 sono in carcere e 23 ai domiciliari. L’indagine, condotta tra settembre 2013 e febbraio 2015, si è concentrata sulla riorganizzazione delle piazze di spaccio nel comune casertano di Santa Maria Capua Vetere e in quelli limitrofi dopo la disgregazione del gruppo Fava, avvenuta 3 anni fa. Sottolinea una nota del procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli che sono stati importanti per l’avvio delle indagini spunti forniti da alcuni esponenti del gruppo Fava arrestati dopo l’aspro conflitto con la famiglia avversaria dei Bellagio, che hanno avviato una collaborazione con la giustizia. L’indagine ha consentito di delineare il nuovo scenario dell’organizzazione che si riforniva di cocaina, hashish e marijuana nella provincia di Napoli per spacciarla nella cittadina casertana.

 

 

GLI ARRESTATI

In carcere: Mario Capitelli, Dario Cipullo, Danilo Consolazio, Gabriele Consolazio, Umberto Diaferia, Donato Di Caprio, David Edorodion, Cletus Fatala, Domenico Ferrara, Raffaele Ferrara, Raffaele Formisano, Alfonso Giordano, Mike Isikuemhen, Vincenzo Merola, Sandro Moronese, Salvatore Natale, Augustin Isi Okamesan, Kellyv Okhulegheil, Ferdinando Palmieri, Carlo Piccirillo, Angelo Prece, Andrea Silvestri, Giovanna Talamo.

Ai domiciliari: Tommaso Anzalone, Luigi Belvedere, Francesco Caterino, Giovanni Cestrone, Silvia Del Canto, Severino De Spirito, Daniele Di Gennaro, Mauro Falcone, Giuseppe Iaiunese, Alessandro Mastrantonio, Italia Mottola, Francesca Nappa, Francesco Pettrone, Dario Piscitelli, Luca Piscitelli, Bruno Sonnino, Antonio Santillo, Ermanno Sorbo, Ivan Viggiano.

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest