Napoli, de Magistris non si candida. Probabile incarico all’Anac a fine mandato

Lanciato un ulteriore messaggio ai vertici nazionali del Pd e del Movimento 5 Stelle


Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris non si candiderà alla Presidenza della Regione Campania. L’annuncio ufficiale in un video diffuso sui social. “Ho deciso di non candidarmi a Presidente della Regione Campania. Una scelta meditata, difficile, nella quale ho messo da parte anche legittime ambizioni personali ed anche una sfida politica molto interessante come quella di andare a guidare la nostra Regione. Ma ho scelto Napoli. Ancora una volta una scelta d’amore, di cuore, di passione, ma anche di razionalità – ha sottolineato il primo cittadino – Il momento è troppo difficile per lasciare la Città nelle mani di un funzionario dello Stato senza la legittimazione democratica delle elezioni. E’ un momento in cui bisogna ricostruire la città da un punto di vista sociale ed economico, in cui bisogna dare forza ai cittadini, curare le ferite ma anche dare potenza alle energie che solo questa città sa di possedere“ – ha aggiunto de Magistris.

Dunque, la fascia tricolore di Palazzo San Giacomo ha evitato lo scontro con il presidente uscente Vincenzo De Luca, l’inevitabile sconfitta elettorale e lanciato un ulteriore messaggio ai vertici nazionali del Partito Democratico e del Movimento 5 Stelle, aprire una trattativa, mantenere la “stabilità” in consiglio comunale, attuare una sorta di accordo di fine consiliatura e concordare  una collocazione alla fine del mandato di sindaco. Stando ad alcune indiscrezioni, l’ex Pm punterebbe ad una poltrona importante a Roma. Circola con insistenza la voce di un probabile incarico all’Anac, Autorità Nazionale Anticorruzione. Posto occupato fino a qualche mese fa dal magistrato Raffaele Cantone  

CiCre

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest