Napoli, crollo al cimitero di Poggiorale provocato dai lavori della Linea 1 Metropolitana

200 i loculi danneggiati. L’ area interessata è stata sequestrata dalla magistratura. La Polizia giudiziaria ha apposto i sigilli.

Il crollo al cimitero di Poggioreale è stato provocato dai lavori della linea 1 della Metropolitana. Il cedimento ha interessato l’edificio di tre piani di una congrega nella parte più antica del cimitero denominata “Pipinera”. Sarebbero circa 200 i loculi danneggiati dal crollo. Alcune bare sono state danneggiate ed i corpi sono fuoriusciti. Il crollo è stato scoperto intorno alle 6 di questa mattina dai custodi del cimitero, che hanno allertato la Polizia locale, intervenuta con alcune pattuglie. L’ area interessata è stata sequestrata dalla magistratura. La Polizia giudiziaria ha apposto i sigilli.

A ricostruire la dinamica e le motivazioni tecniche di quanto accaduto è una nota di Metropolitana Spa che colloca l’incidente alle 20,40 di ieri sera, che annuncia di voler riparare “al più presto i danni arrecati”. È stato il verificarsi di “un imprevisto ed intenso afflusso d’acqua durante lo scavo della seconda galleria che dalla stazione di Poggioreale sale verso Capodichino” a determinare l’allagamento che ha provocato il crollo al cimitero di Poggioreale.

Il notevole flusso d’acqua e detriti – si spiega – ha causato l’allagamento del cantiere della stazione in costruzione e cedimenti al terreno nella parte inferiore del cimitero di Poggioreale, con importanti danni alle strutture cimiteriali. Fino a quel momento tutte le attività di controllo dei cedimenti non avevano evidenziato nessuna criticità”.

“Gli sforzi per arginare il flusso – si sottolinea – sono durati tutta la notte e la mattinata e ad ora la situazione è sotto controllo. La Metropolitana di Napoli e le imprese esecutrici dell’opera sono impegnate già da oggi a mettere in sicurezza l’intera area con interventi di consolidamento del terreno. Nei prossimi giorni, una volta individuate le cause del fenomeno, si metteranno in atto tutti gli interventi necessari per riprendere in sicurezza i lavori”.

L’incidente si è verificato negli ultimi metri di scavo in acqua della metropolitana, dopo oltre 7 chilometri di scavo in falda. La Metropolitana di Napoli – si conclude la nota – nell’esprimere la vicinanza alle famiglie colpite nel ricordo dei loro cari, si impegna a riparare al più presto i danni arrecati”.

Intanto i responsabili delle due Confraternite coinvolte nel crollo “stanno già provvedendo al censimento per la ricognizione delle salme di confratelli e consorelle coinvolte nel crollo, così da poter restituire loro, quanto prima, la degna sepoltura”. Lo rende noto il direttore dell’ Ufficio Confraternite della Diocesi di Napoli, don Giuseppe Tufo.

Sulla vicenda è intervenuta l’amministrazione comunale di Napoli, ente appaltante dei lavori. “Siamo intervenuti prontamente per ripristinare il decoro e la salute pubblica. Ora occorre avviare il recupero dei resti delle salme per assicurare alle stesse degna sepoltura – sottolinea l’assessore Vincenzo Santagada assessore alla Salute, Verde con delega ai cimiteri. Il cimitero monumentale di Poggioreale è interdetto fino a sabato così come le operazioni di polizia mortuaria che riguardano solo l’area del monumentale. Auspico che siano realizzate le operazioni di recupero dei resti per darne dignitosa sepoltura. Si tratta di cappelle appartenenti a confraternite che fanno capo alla Curia di Napoli – precisa l’assessore – Ho chiesto che sia quanto prima collocato un telo di copertura sulla parete crollata per il rispetto nei confronti dei defunti. La polizia locale è intervenuta ed ha posto i cartelli del sequestro dell’area. Si vigila sull’ area oggetto di sequestro in attesa delle indagini della magistratura – conclude  Santagada – Un grande dolore mi accompagna in questo momento. Una ferita nel decoro e nell’immagine della città.  Un dolore composito, che somma in sé tanti aspetti tra cui il cordoglio dei parenti che hanno visto crollare i loculi in cui riposavano i propri cari che diventa un dolore corale della città”

Andrebbero immediatamente bloccati i lavori per la realizzazione di una galleria della linea 1 della Metropolitana sotto al cimitero di Poggioreale. Da mesi vengono segnalati cedimenti. Segnalata anche l’esistenza di una galleria di inizio 900 abbandonata.

CiCRe

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest