Morte di Fortuna Loffredo, familiari assaltano a calci e pugni la vettura con Caputo e la Fabozzi

Tensione fuori al tribunale di Napoli Nord, dove riprende l’incidente probatorio con le tre bimbe-testimoni, figlie della compagna dell’uomo accusato di violenza sessuale e omicidio sulla piccola deceduta al Parco Verde di Caivano

Sono stati la nonna di Fortuna e altri familiari a scagliarsi contro i mezzi blindati e a colpire con calci e pugni le portiere, accompagnando l’assalto con improperi all’indirizzo dei due indagati. Momenti di tensione davanti al tribunale di Napoli Nord ad Aversa, all’arrivo dei due cellulari della Polizia Penitenziaria con a bordo Raimondo Caputo e la compagna Marianna Fabozzi, madre delle tre bimbe sottoposte ad incidente probatorio nell’inchiesta sulla morte della piccola Fortuna Loffredo. “Mi hanno ucciso mia nipote, devono marcire in galera” ha urlato la nonna della bimba. L’incidente probatorio è ripreso oggi dopo l’interruzione di ieri.

 

(Foto tribunale.napolinord.giustizia.it)

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest