Montesarchio, lite tra fratelli: il figlio di uno spara al cugino, grave 35enne

Il dissidio per questioni ereditarie. Arrestato 31enne artigiano con l’accusa di tentato omicidio

MONTESARCHIO – Grave fatto di sangue a Montesarchio, nel Sannio. Questo pomeriggio verso le 17 circa, in contrada Monaca, secondo una prima ricostruzione, c’è stata una discussione sfociata in una lite verosimilmente per questioni ereditarie tra due fratelli a cui si sono aggiunti anche altri componenti delle due famiglie.

G. D. B., artigiano 31enne e figlio di uno dei due fratelli contendenti, intervenuto in aiuto del padre, avrebbe sparato due colpi di pistola, uno all’addome e l’altro all’inguine, al proprio cugino M. D. B., manovale 35enne.

La vittima, soccorsa dai parenti, è stata trasportata presso l’ospedale “Rummo” di Benevento. I medici lo hanno giudicato con prognosi riservata, non in imminente pericolo di vita.

Il presunto autore del ferimento si è presentato spontaneamente presso la Caserma dei Carabinieri di Montesarchio ai quali ha riferito quanto accaduto poco prima, circa il ferimento del proprio cugino Mario.

A seguito delle prime indagini dei militari della Stazione, del Nucleo Operativo della Compagnia di Montesarchio e del Nucleo Investigativo di Benevento, sotto la direzione del sostituto procuratore di turno della Procura di Benevento,G.D.B. è stato dichiarato in arresto con l’accusa di tentato omicidio e porto abusivo d’arma da fuoco e tradotto presso la locale Casa Circondariale a disposizione della stessa Autorità Giudiziaria.

Continuano le attività investigative degli inquirenti per cercare di ricostruire nei minimi particolari l’esatta dinamica dell’episodio.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest