Ritrovata sul portone domenica mattina. All’interno un congegno composto da un cellulare che era stato collegato a dei fili, e un biglietto con la scritta “Vogliamo lavoro”

NAPOLI – Dopo la notizia dei sassi tirati stanotte contro la casa del governatore Caldoro, si apprende di un altro episodio inquietante. Stavolta, è accaduto domenica mattina alle 7. E’ stata trovata una lettera all’ingresso di palazzo San Giacomo, indirizzata al sindaco. La busta era appesa al maniglione del portone. All’interno c’era un congegno composto da un cellulare che era stato collegato a dei fili, e un biglietto con la scritta “Vogliamo lavoro”. La polizia municipale ha avvertito la polizia di Stato, e sul posto sono arrivati anche gli artificieri, ma il meccanismo si è rivelato innocuo.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest