La vittima finì in ospedale ma non rischiò la vita

SAN MARCELLINO – Tre persone sono state arrestate dai carabinieri di Caserta perché ritenute gli autori di una violenta rapina ai danni di un giovane di origine marocchina avvenuta a San Marcellino il 15 novembre 2014. I tre, residenti tra Villa di Briano e San Marcellino, sono indagati in concorso per rapina, lesioni e porto in luogo pubblico di strumenti atti ad offendere. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri nelle indagini coordinate dalla Procura di Napoli Nord, intorno alle 23 del 15 novembre 2014 gli indagati, armati di mazze da baseball, hanno malmenato la vittima che ha riportato lesioni guaribili in 10 giorni, per impossessarsi del suo telefono cellulare e di 90 euro in contanti. I tre indagati, secondo quanto previsto dall’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Napoli Nord su richiesta della Procura, sono stati posti agli arresti domiciliari.

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest