Vittime diversi imprenditori della provincia di Caserta

MARCIANISE – L’indagine delle fiamme gialle sul riciclaggio del clan Belforte ha condotto all’arresto dei due presunti usurai. In manette sono finiti i fratelli marcianisani Pietro e Michele Campomaggiore, di 57 e 52 anni. Secondo la Dda di Napoli, gli indagati avrebbero approfittato dell’attività di rivenditori di auto usate per costringere le vittime, imprenditori locali, ad acquistare vetture a un prezzo doppio rispetto a quello di mercato, corrispondendo quote mensili con interessi usurari “che in alcuni casi hanno raggiunto la soglia del 60-70%”, afferma una nota della Procura. Le vittime, “soggette a gravi e frequenti atti di intimidazione”, sono tutte della provincia di Caserta e in molti casi operano nel settore delle auto usate. Inizialmente reticenti, hanno confessato di essere da decenni nella morsa dell’usura. I Campomaggiore sono accusati di concorso esterno in associazione mafiosa ed usura aggravata dal metodo camorristico.

 

L’INDAGINE –  Per anni avrebbero riciclato i soldi del clan Belforte di Marcianise concedendo prestiti usurai con tassi del 60-70% a numerosi imprenditori del Casertano, alcuni dei quali finiti sul lastrico. Questa l’accusa della Dda di Napoli ai due fratelli Campomaggiore. Risulta indagato anche un terzo fratello. I finanzieri della Compagnia di Marcianise hanno sequestrato beni mobili e immobili per oltre 4milioni di euro, in particolare 20 appartamenti, sei terreni e una somma di 294mila euro. Gli inquirenti si sono avvalsi delle dichiarazioni di numerosi pentiti del clan Belforte, che hanno indicato i Campomaggiore, proprietari di una concessionaria di auto usate a Marcianise, come imprenditori al servizio del clan. Non sarebbero però inseriti stabilmente nelle file della cosca. Secondo le indagini l’attività legale sarebbe stata solo un “paravento” per coprire i prestiti usurai.  Grazie ai soldi del clan, gli indagati sarebbero arrivati a concedere prestiti per centinaia di migliaia di euro.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest