Guido Marino: “Non manipolare i problemi. Banale la conclusione che lo Stato è assente”

NAPOLI –  Gomorra 2, ma forse anche Gomorra 1 e tutto il filone letterario-cinetelevisivo, sono programmi “offensivi e per niente rappresentativi della realtà che vogliono rappresentare”. La stoccata è di Guido Marino, questore di Napoli. Intervistato per Storiacce di Raffaella Calandra su Radio24, il numero uno di via Medina trova banale “arrivare alla conclusione che lo Stato è assente. E lo trovo offensivo, fuorviante e approssimativo come diagnosi e come prognosi”. Marino bolla come una “bufala” la notizia dell’ambulanza requisita ad Acerra dai familiari di un boss ferito dopo l’ultimo agguato. “Favolette che non esistono. Nessuno si sogna di ridimensionare i problemi di Napoli, né di ingigantirli, ma bisogna pure evitare di manipolarli”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest