Il governatore De Luca avvia fusione Sma Campania e Campania Ambiente

Operazione trasparenza e valorizzazione dei livelli occupazionali

La Giunta regionale della Campania ha deciso di avviare un piano per la fusione delle aziende partecipate Sma Campania e Campania Ambiente e la creazione di un’unica società impegnata nel campo ambientale e del ciclo delle acque. Il piano è stato definito oggi nel corso di una riunione convocata  dal presidente Vincenzo De Luca, hanno partecipato il vicepresidente Fulvio Bonavitacola, l’assessore al Bilancio Lidia D’Alessio, l’amministratore unico di Sma Giuseppe Esposito, i dirigenti del settore Ambiente. “Siamo impegnati – ha sottolineato De Luca – a mettere ordine su una linea di rigore e di assoluta trasparenza in una situazione che è uno dei tanti disastri ereditati dalla Regione. L’obiettivo è innanzitutto la tutela del lavoro con piani aziendali seri e sostenibili affrontando e risolvendo il problema delle partite debitorie ereditate e approvando rapidamente i bilanci (non approvati dal 2013) anche con il trasferimento di immobili. Rimane il deficit di bilancio e la necessità di risanare i conti fermando innanzitutto le perdite. E’ un problema enorme, parliamo complessivamente tra Sma e Cas di 1500 dipendenti. Occorre che tutti siano responsabili in relazione all’obiettivo principale: anziché portare i libri in tribunale puntiamo a garantire i livelli occupazionali. Riorganizzazione, stabilità del lavoro, rigore assoluto e trasparenza assoluta: questa la linea di azione della Regione e delle società”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest