Sul nome della senatrice punterebbero deluchiani, Casillo, Topo, Pittella e dell’Area Dem. Mossa per sbarrare la strada all’ex sindaco, in rampa di lancio

NAPOLI – Potrebbe essere la senatrice Teresa Armato, ex assessore regionale nella Giunta Bassolino, il candidato unico per il Pd per le amministrative che a maggio del prossimo anno eleggeranno il Sindaco di Napoli. Sul suo nome, ci sarebbe (al momento) la convergenza delle componenti dei deluchiani, Casillo, Topo, Pittella e Area Dem. In queste ore, la presidente dell’Assemblea Provinciale Elisabetta Gambardella, è chiamata non solo a convocare quanto prima l’organo direttivo il quale, ricordiamo, potrebbe “nominare” la Armato con il 60% dei consensi. Tuttavia c’è già chi all’interno del Pd chiede la convocazione dell’Assemblea Provinciale per la ratifica di tale decisione.

 

GUERRA A COLPI DI POST – Nel Pd la battaglia viaggia sui social. All’indiscrezione pubblicata da ildesk.it seguono diverse reazioni. Bassolino, che si sente ormai l’uomo forte per Palazzo San Giacomo, posta su Facebook un caustico #statesereni. Una risposta al tentativo dei renziani di metterlo fuori gioco con la carta Armato. Spiazzata appare Graziella Pagano, la prima esponente democratica a dirsi pronta a correre per le primarie. “E va bene il modello Ercolano ma qui mi pare che stiamo esagerando….” scrive l’ex senatrice, con un gioco di parole allusivo: Teresa Armato è commissario del partito a Ercolano, la città in cui l’attuale sindaco Buonajuto fu designato con un “ukase” romano, che cancellò l’ipotesi primarie dopo la bufera di un’inchiesta che coinvolgeva alcuni candidati. La stessa Armato commenta: “E’ solo panna montata. ‪#‎prendeteilmalox‬”. A quale bruciore di stomaco si riferisce?

(Foto Teresa Armato/Fb)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest