Giunta, de Magistris pronto a nominare Villani assessore: domani già in consiglio?

All’imprenditrice-attivista andrebbe la delega alle pari opportunità

Confermato quanto anticipato nei giorni scorsi. Tra pochissime ore, Daniela Villani sarà ufficialmente nominata assessore comunale alle pari opportunità. Stando ad alcune indiscrezioni trapelate dal “Palazzo”, a Daniela Villani dovrebbero essere assegnate altre deleghe tutte legate all’ambiente e alla qualità della vita, come per esempio, il decoro urbano, risorsa mare. Domani mattina Villani parteciperà alla prima riunione del consiglio comunale e si siederà tra i banchi dei componenti del governo cittadino. Il sindaco Luigi de Magistris ha scelto senza condizionamenti, confermandosi come una persona lontana dalle vecchie e obsolete logiche di potere.

 

Persona vicina alla bella politica, la politica più vicina ai bisogni dei cittadini e dei territori. Il primo cittadino ha ignorato i messaggi “critici e turbolenti”, le dichiarazioni, i comunicati stampa lanciati, diffusi da alcuni esponenti della maggioranza che chiedevano l’attuazione del Manuale Cencelli. Che cos’è il Manuale Cencelli? Un meccanismo inventato nella Prima Repubblica dalla Democrazia Cristiana basato su formule algebriche per la spartizione di incarichi di governo sulla base degli interessi politici limitati e di corrente. Il primo cittadino ha scelto Daniela Villani, militante ed attivista sociale da sempre impegnata in prima fila nei Movimenti contro la privatizzazione dell’acqua, la Terra dei Fuochi, promosso progetti per lo sport gratuito e la casa delle donne ed iniziative interessanti come “rilanciare il Borgo Marinaro”, “Taxi Collettivo”. Una persona indipendente, competente, molto apprezzata. La fascia tricolore ha scelto senza condizionamenti anche il presidente del consiglio comunale. La prestigiosa carica istituzionale sarà assegnata ad Alessandro Fucito, assessore al patrimonio uscente. Fucito dovrebbe passare alla terza votazione, quando basteranno i due terzi dell’Aula, saranno sufficienti 21 voti sui 25 complessivi della maggioranza. Come vice di Fucito, dovrebbe essere eletto Fulvio Frezza, mentre le opposizioni probabilmente indicheranno Marco Nonno o Stanislao Lanzotti per il secondo vicepresidente.

Ciro Crescentini

(Foto in alto Maurizio Cafiero/Fb)

villani_daniela_demagistris2_ildesk

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest