Fuga di notizie in favore di imprenditori campani, indagato generale delle fiamme gialle

La procura di Napoli ha chiesto una misura interdittiva nei confronti del di Giuseppe Mango, comandante interregionale del Veneto

L’attuale comandante interregionale del Veneto è accusato di aver divulgato notizie riservate relative ad alcuni imprenditori campani accusati tra l’altro di aver fatto affari con la camorra. La procura di Napoli ha chiesto una misura interdittiva nei confronti del generale della guardia di finanza Giuseppe Mango. L’inchiesta è coordinata dal procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli. Secondo quanto si apprende l’ipotesi di reato è violazione del segreto di ufficio.

Il generale Mango dovrà essere interrogato martedì prossimo. I fatti contestati risalgono al 2014 quando è partita un’ indagine su una presunta attività di riciclaggio in cui sono coinvolti imprenditori e commercialisti che ha portato oggi all’esecuzione di alcune misure cautelari. La posizione del generale Mango non è collegata al filone principale dell’inchiesta che ha portato agli arresti e che ruota intorno a un giro di riciclaggio di denaro sporco. L’alto ufficiale è indagato per i rapporti con un avvocato penalista, cui avrebbe rivelato particolari di indagini su imprenditori legati al clan Polverino, pista emersa nel corso dell’inchiesta. Indagato anche il legale.

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest